FAQ

Come riconoscere un traduttore professionista?

Proprio in un territorio multilingue come quello altoatesino, in cui buona parte della popolazione vanta un discreto grado di conoscenza dell’altra lingua, la complessità del lavoro del traduttore viene spesso sottovalutata.

Il traduttore professionista si riconosce dagli studi mirati nel campo della traduzione e dalle specifiche conoscenze maturate durante l’attività professionale. Il traduttore professionista conosce la tecnica della traduzione e di ricerca terminologica. Sicurezza nello stile e perfetta padronanza della grammatica e dell’ortografia sono prerogative essenziali su cui si basa il suo lavoro.

Non esitate a chiedere referenze o prove di competenza.

Tutti i soci dell’Unione Provinciale Traduttori rispondono a questi requisiti. Alla sezione “link utili” sono segnalate le associazioni di categoria di altre regioni  con i nominativi dei traduttori professionisti.

Quanto costa una traduzione?

Ogni testo ha caratteristiche diverse quindi non esiste un prezzo unitario per le traduzioni. Solitamente come base di calcolo si considerano una riga standard (55 battute) o una pagina (cartella) standard (25 righe – 1375 battute) del testo di arrivo ossia del testo tradotto. Il costo di una riga/pagina dipende quindi dalla difficoltà del testo e dalle ricerche effettuate. Per gli incarichi urgenti il prezzo può subire un aumento.

Esistono testi particolari, come ad esempio quelli pubblicitari, che richiedono una particolare creatività e quindi più tempo: in questi casi solitamente ci si accorda direttamente con il cliente su un prezzo a forfait. Per testi destinati alla pubblicazione o con una forma grafica particolare, il prezzo viene calcolato in base ad altri parametri (a forfait, a pagina standard, ecc.).

Le seguenti prestazioni possono essere calcolate in base ad una tariffa oraria:

  • particolare presentazione grafica
  • traduzione di file audio o registrazioni
  • verifica di testi realizzati o tradotti da terzi
  • traduzione di modifiche al testo originale apportate successivamente dal cliente
  • asseverazioni
  • realizzazione di glossari o banche dati
  • correzione delle bozze di stampa della propria traduzione

Quanto è lunga una riga standard?

Per riga standard si intende una riga di 55 battute scritta a computer, comprendente sia i caratteri che gli spazi vuoti. Nelle altre regioni italiane, di norma il calcolo viene fatto in base alla cartella standard (che comprende circa 1375 - 1500 battute), mentre nel mondo anglosassone si procede per parola tradotta.

Quante pagine si possono tradurre in un giorno?

A questa domanda è praticamente impossibile rispondere, soprattutto se il traduttore non ha la possibilità di visionare il testo o parte di esso. In base alle difficoltà stilistiche e alle ricerche terminologiche necessarie, il numero di pagine tradotte in un giorno può variare notevolmente.

Un buon sistema è quello di considerare il tempo necessario per la redazione di una pagina di testo: a questo tempo va aggiunto quello che il traduttore dovrà dedicare per entrare nel vivo della tematica e per la ricerca terminologica. La cosa migliore per avere tutte le informazioni è contattare direttamente il traduttore che svolgerà l’incarico.

Qual è la differenza tra traduttore ed interprete?

Ci si rivolge ad un traduttore per far trascrivere un testo scritto in un’altra lingua.  Altre prestazioni particolari del traduttore specializzato possono essere la traduzione/localizzazione di siti web o programmi informatici, la correzione di bozze di testi in lingua straniera o le bozze di stampa, la sottotitolazione di file video, la redazione di glossari o la realizzazione di banche dati terminologiche.

Ci si rivolge ad un interprete quando si organizza una conferenza, un seminario o un’altra manifestazione analoga con relatori la cui lingua parlata non è compresa da una parte del pubblico. Anche trattative commerciali, colloqui fra medico e paziente, consulenze ecc., in cui gli interlocutori parlano lingue diverse, richiedono l’intervento di un interprete: la traduzione da una lingua all’altra avverrà pertanto verbalmente. Ulteriori informazioni al sito www.dolmetscherverband.org

Quali altri servizi possono offrire i traduttori?

asseverazioni
redazione di glossari, realizzazione di banche dati terminologiche
registrazione di testi in lingua straniera
localizzazione di siti web e programmi informatici
correzione di testi (stranieri)
redazione di testi e correzione di bozze di stampa
sottotitoli

Quali obblighi ha un traduttore?

Nella sua offerta il traduttore si impegna a rispettare i termini di consegna pattuiti col cliente. Prezzo e condizioni di pagamento vengono stabiliti anticipatamente. L’assoluta riservatezza riguardo ai contenuti e alle informazioni dei testi tradotti è uno dei punti più importanti del codice deontologico del traduttore.

Quali sono gli obblighi del committente?

Il committente fornisce al traduttore tutte le informazioni necessarie allo svolgimento del lavoro: destinatari della traduzione, tipo di impiego della traduzione, la fornitura di eventuali glossari o banche dati terminologiche o testi analoghi. Di norma il committente indica una persona di riferimento a cui il traduttore può rivolgersi per eventuali chiarimenti sul testo da tradurre. Nel caso di pubblicazioni/pagine web, il traduttore dovrebbe essere citato nel colophon. Se la traduzione viene pubblicata, il traduttore ha diritto ad una percentuale sulle copie vendute.

Quali strumenti tecnologici vengono impiegati nella moderna pratica di traduzione?

Chi ha provato a svolgere una traduzione avvalendosi degli strumenti disponibili su Internet, avrà potuto constatarne l’inaffidabilità. Questo non significa che il traduttore rinunci tout court agli ausili tecnologici. Al contrario! La tecnologia accelera i tempi per la traduzione e aiuta nella ricerca in settori complessi. Il traduttore utilizza il computer anche per banche dati, glossari elettronici, programmi DTP e di sottotitolazione.

IL TRADUTTORE PERO’ non demanda al computer il pensiero, ma lo utilizza per ottimizzare le proprie conoscenze e la sua esperienza.

Quali possibilità di formazione esistono in Alto Adige per chi volesse diventare traduttore?

In Alto Adige non esiste uno studio superiore per la formazione del traduttore.

In Italia i corsi per il conseguimento della laurea in traduzione si possono frequentare all’Università di Trieste, alla Libera Università S. Pio V a Roma e all’Università di Bologna (Forlì). In Austria la laurea universitaria può essere conseguita a Graz, Innsbruck e Vienna. In Svizzera, a Ginevra, è possibile frequentare un corso parificato di laurea in traduzione. In Germania le possibilità sono molteplici, ad esempio presso le università di Magonza (Germersheim), Colonia, Heidelberg, Lipsia, Hildesheim, e molte altre ancora.

Ulteriori informazioni sono disponibili al sito dell’Associazione tedesca traduttori BDÜ www.bdue.de .

Alla pagina “link utili” sono riportati altri indirizzi con tutte le possibilità di formazione.